Max Dovey – Mining Cards su Link Cabinet

Max Dovey – Mining Cards su Link Cabinet

Mar 28, 2018

Il Link Art Center è lieto di presentare Mining Cards, un’opera inedita di Max Dovey. La mostra sarà online su Link Cabinet dal 28 marzo al 29 aprile 2018.
 
Mining Cards di Max Dovey è una serie di carte da gioco da collezione create dall’artista, registrate e distribuite attraverso blockchain. Ogni carta presenta l’immagine di una mining rig fatta in casa – un impianto amatoriale per minare criptovalute – assieme alle caratteristiche tecniche di ogni singolo impianto. In questo senso il lavoro contribuisce a rendere visibile l’infrastruttura materiale di questa tecnologia, restituendone il carattere domestico dato dalle ambientazioni casalinghe che si scorgono nelle foto, nonchè alludendo alla componenete amatoriale e fai da te insita nell’idea stessa di costruire una rete peer to peer e decentralizzata di computer.

Le immagini sono state raccolte dall’artista in vari forum in cui vengono postate dagli autori stessi, spesso corredate dalla descrizione delle caratteristiche tecniche, secondo un’attitudine al tempo stesso di condivisione e di competizione. Il gioco creato dall’artista si configura inoltre come commento sulla pratica di riadattare le schede grafiche, normalmente sfruttate per i videogame, trasformandole in elementi di computer dedicati a minare cripto-monete. Tramite il protocollo attuale per minare cripto-valuta su Ethereum, chiamato proof of work, i computer competono l’uno contro l’altro per verificare più rapidamente possibile le transazioni fatte su blockchain, ricavandone così un guadagno finanziario. In modo analogo i giocatori sono chiamati a gareggiare tra di loro confrontando le caratteristiche tecniche delle singole mining rig. Ogni carta è conservata su blockchain e contiene un hash unico che ne garantisce l’autenticità e il numero di edizione, trasformando il gioco in un’opera d’arte criptata e collezionabile.
 

 
Max Dovey può essere descritto come 28.3% uomo, 14.1% artista e 8.4% affermato. È inoltre artista, ricercatore specializzato in politiche dei dati (politics of data) e governance di algoritmi. I sui lavori esplorano questioni politiche messe in campo dalla cultura digitale e dalla tecnologia, e vengono presentati sotto forma di bar, game-show, banche e altri scenari partecipativi. Dovey si è laureato in Fine Art: Time Based Media e in Media Design presso il Piet Zwart Institute. È ricercatore associato presso Institute of Network Cultures e scrivere regolarmente per Open Democracy, Imperica & Furtherfield. I suoi lavori sono stati performati ad Ars Electronica Festival, Art Rotterdam e in molti festival musicali del Regno Unito.
 
 

Share This:

This post is also available in: Inglese


About the Author

Link Center

  • Languages